La trasformazione è già in atto. Abbiamo parlato di Sharing Economy, di nuovi modi di lavorare, di risparmiare, di fare business. Il cappello sotto cui tutti i cambiamenti in atto stanno è: fluidità. Per le imprese, essere fluide significa avere forma senza avere forma, significa concorrere a definire il mercato e più in generale la nuova società attraverso la propria identità “liquida”.
Forse dall’inizio della crisi una cosa è sostanzialmente cambiata.
Chi è sopravvissuto ha avuto la forza e la capacità di riposizionarsi, trovando nuove opportunità nel proprio mercato, migliorando servizi e prodotti per differenziarsi. Oggi questo è già superato. Chi vuole evolvere deve saper annusare l’aria, capire la nuova corrente e avere la forza e la capacità di adattarsi costantemente costruendo per sé nuovi modelli di riferimento nella consapevolezza della loro rapida obsolescenza.
Non è più quindi il prodotto, nemmeno il servizio ma il sistema di valori a fare la differenza. Si può cambiare mercato e prodotto, si possono strutturare nuovi servizi, è possibile cambiare l’organizzazione o il vestito senza farsi bloccare dalla paura che ciò generi confusione o spaventi il mercato. Tutto ciò è possibile se sono chiari e saldi i valori di riferimento e se si è supportati nella gestione “liquida” dell’organizzazione. Le imprese possono “avventurarsi” in nuove aree, se il sistema valoriale parla di qualità, affidabilità e coerenza estrema. La competenza si trova sul mercato e si acquisisce.
Anche SCR si trova investita da questa corrente di cambiamento che sta avvenendo nonostante noi.
Il cambiamento che ha investito SCR è proprio questo: la necessità di essere pronti a sostenere le imprese nel capire e fare proprie le opportunità offerte dal cambiamento non più inteso come un passaggio da un prima a un dopo ma come percorso continuo intrinseco all’organizzazione e vicino al concetto di evoluzione.

Per farlo, noi di SCR, ci basiamo su un presupposto ovvio ma che non è banale: nessun cambiamento può avere esito felice se non percepito come elemento di crescita, l’unica evoluzione efficace è sempre voluta e cercata. Nessun “pacchetto” pronto dunque, ma progetti basati sull’analisi e la riflessione della specifica cultura aziendale, sia per la nostra organizzazione che per quella delle nostre aziende clienti.

Si laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni nel 1995 ed è iscritta all’Albo Professionale dal 1997. Frequenta la Scuola di Formazione Formatori del Prof Francesco Avallone ed è specializzata in dinamiche nei piccoli e grandi gruppi, benessere organizzativo, sviluppo del potenziale, coaching individuale, team coaching e gestione psicosociale. Ha una grande esperienza nelle dinamiche di gestione del cambiamento, di gestione dei conflitti interpersonali e aziendali. Ha lavorato nella gestione di processi di riallineamento interfuzionale. Conosce ed ha gestito analisi degli assetti organizzativi, anche in caso di fusione e/o acquisizione aziendale. Ha lavorato come Change Manager in progetti di implementazione ERP per Grandi e Medie Aziende Nazionali e Multinazionali. Entra a far parte del Team SCR selezione e consulenza per le risorse umane nel 2015 e nel 2016 ne diventa Socia.

Si laurea in psicologia clinica e di comunità nel 1996. Dopo una formazione post-laurea in counselling orientativo e professionale, inizia la sua esperienza nel campo della psicologia del lavoro. Prima partecipando alla progettazione e allo sviluppo del servizio SIO della Provincia di Ravenna, primo esperimento pubblico di gestione specialistica dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro poi nel 2007 fondando SCR società di consulenza in ambito risorse umane specializzata nella ricerca, selezione e gestione del personale. Stefania è specializzata nella conduzione di colloqui a carattere valutativo, nell’utilizzo di testistica per l’analisi del profilo psicoattitudinale e nella progettazione e realizzazione di assesment e di percorsi di analisi e intervento organizzativo. Attualmente iscritta all’albo degli psicologi della Regione Emilia Romagna.

Si Laurea in Psicologia Clinica e di Comunità nel 1996, nel 2002 inizia la sua esperienza nel mondo della psicologia del lavora collaborando prima con il Centro per l’Impiego di Ravenna nella progettazione, realizzazione e gestione di azioni (quali, a titolo esemplificativo, tirocini formativi, incontri informativi, formazione individualizzata) finalizzate all’inserimento lavorativo di persone disoccupate. L’interesse per la materia la spinge a frequentare un Executive Master in selezione e valutazione delle risorse Umane svolto presso il Centro di Formazione Manageriale e gestione d’impresa della CCIAA di Bologna. Nel 2007 partecipa, come socia, alla nascita di SCR società di consulenza in ambito risorse umane specializzata nella ricerca, selezione e gestione del personale dove si occupa della gestione di percorsi di selezione, conduzione di colloqui a carattere selettivo, direalizzazione di assessment di gruppo, di utilizzo di testistica specialistica. È iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione Emilia Romagna.